Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

ARRIVEDERCI MAESTRO

Data:

02/10/2019


ARRIVEDERCI MAESTRO

La musica senza tempo di Giya Kancheli ha scandito il mio tempo in Georgia. Il suo incedere dolce ha accompagnato i miei passi. La sua saggezza mi ha calato, con paterna premura, nel profondo della spiritualità di questo popolo antico.

Una musica intima ma anche pubblica. Intrisa di nostalgia e di futuro, di sofferenza e speranza. Miniature titaniche. Melodia dissonante, costellata di pause e silenzi. Consapevole della nostra intrinseca fragilità esistenziale. Ma anche della forza straordinaria di sommesse, ma tenaci ripetizioni. Di un’eterna resistenza. Del valore incrollabile della memoria e dell’amicizia.

Ricordo il suo sorriso. Ricordo quando si alzò a raccogliere l’amore e l’applauso riconoscente del pubblico. Era il febbraio 2016, al Conservatorio di Tbilisi. L’Ambasciata aveva voluto rendergli omaggio con un concerto del pianista italiano Alessandro Stella e della mezzosoprano Nino Surguladze.

Grazie Maestro. E arrivederci.

                                                                                                                     Antonio Bartoli
                                                                                                                     Ambasciatore d’Italia in Georgia


Luogo:

Tbilisi

1184