Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Let’s save the world together: la grande musica a servizio della solidarietà a Tbilisi per i primi centocinquant’anni dell’Italia unita

Data:

13/03/2012


Let’s save the world together: la grande musica a servizio della solidarietà a Tbilisi per i primi centocinquant’anni dell’Italia unita

TBILISI – Grande musica a servizio della solidarietà e nel segno di una intensa amicizia. Promette forti emozioni il “Gala Italia”, la serata di beneficenza organizzata per il 14 giugno allo State Concert Hall di Tbilisi dalla Fondazione “Iavnana” e dall’Ambasciata d’Italia in Georgia in collaborazione con la Municipalità di Tbilisi ed il Ministero della Cultura della Georgia in omaggio al centocinquantesimo Anniversario dell’Unità d’Italia. Davanti a un pubblico che si prevede di circa duemila spettatori si esibiranno, in una scaletta di celebri brani d’opera tratti dal repertorio di Verdi, Donizetti, Puccini, Leoncavallo e Gounod, il tenore Antonello Palombi, la soprano Cinzia Forte e il baritono Vincenzo Vitelli, accompagnati dall’orchestra diretta dal Maestro Attilio Tomasello: artisti italiani che hanno prontamente risposto all’appello del famoso cantante lirico georgiano Paata Burchuladze, fondatore e patrocinatore di “Iavnana”, istituzione che dal 2004, anno della sua creazione, ha organizzato ben 49 concerti di beneficenza, dai cui proventi hanno tratto beneficio soprattutto migliaia di bambini in condizioni sociali estremamente difficili. Sin dai suoi inizi “Iavnana” si è avvalsa della collaborazione dell’Ambasciata d’Italia in Georgia. Il concerto del 14 giugno servirà ad offrire un’abitazione accogliente e a migliorare le condizioni di vita di una famiglia numerosa e socialmente vulnerabile.

 

 

La serata, che gode della concessione del logo ufficiale delle celebrazioni per il centocinquantesimo anniversario dell’Unità d’Italia, si inscriverà nella lunga scaletta di iniziative organizzate dall’Ambasciata a Tbilisi grazie anche al sostegno di sponsor privati: mostre, conferenze, concerti e  progetti di cooperazione bilaterale, tra le quali il restauro di un antico manoscritto georgiano e il finanziamento di un team di esperti italo-georgiani incaricato di redigere i programmi di insegnamento della lingua italiana nelle scuole georgiane a partire dal prossimo anno scolastico, a testimonianza dell’interesse radicato in entrambi i Paesi per la conoscenza delle rispettive culture.

 

 

“L’amore per l’arte e in particolare per la musica, al pari di solidarietà e sensibilità sociale – ha commentato l’Ambasciatore Sandalli – sono valori comuni a Georgiani e Italiani. Per questo motivo l’Ambasciata d’Italia, in cooperazione con la Fondazione Iavnana, ha deciso di celebrare a Tbilisi il centocinquantesimo Anniversario dell’Unità d’Italia con un concerto destinato a progetti sociali, quale ulteriore esempio dei profondi legami che esistono tra i nostri Paesi e i nostri popoli.
E’ in questo spirito che, a conclusione del mio mandato in Georgia dopo quattro anni indimenticabili, desidero augurare alla Nazione georgiana prosperità e pace”.

 

 

Poster

 


249