Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Accordi di cooperazione firmati dall’Ambasciata d’Italia a Tbilisi nel corso del 2009

Data:

13/03/2012


Accordi di cooperazione firmati dall’Ambasciata d’Italia a Tbilisi nel corso del 2009

L’Ambasciata ha siglato nei mesi scorsi diversi accordi con altri donatori internazionali e con le istituzioni georgiane nell’ambito dell’iniziativa di cooperazione AID9194:

Il 14 ottobre 2009 l’Ambasciatore ha firmato un Documento di coordinamento tra donatori congiuntamente all'Ambasciatore della Confederazione Svizzera Lorenzo Amberg. Il documento fissa i termini della speciale collaborazione tra i due Paesi nell'ambito del progetto "Social Housing in Supportive Enviroment" (SHSE).
La Cooperazione Italiana arrederà ed equipaggerà le 10 palazzine che l’Agenzia Svizzera per lo Sviluppo e la Cooperazione costruirà a Tbilisi, Batumi, Kutaisi, Zugdidi e Gori.

accordi1
Da sinistra: l’Ambasciatore Amberg e l’Ambasciatore Sandalli.

Il 2 luglio era stato già firmato un Memorandum of Understanding per l’esecuzione dell’intero Programma nazionale SHSE tra gli organismi esecutori e finanziatori (l’Ambasciata d’Italia, l’Ambasciata Svizzera e l’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite) e le controparti governative georgiane (il Ministero dello Sviluppo Regionale e delle Infrastrutture, il Ministero del Lavoro, Salute ed Affari Sociali e il Ministero dei Rifugiati e degli Alloggiamenti).

accordi2
Da sinistra: il Vice Ministro dello Sviluppo Regionale e delle Infrastrutture della Georgia, l’Ambasciatore della Svizzera Amberg, il Ministro per i Rifugiati e degli Alloggiamenti Subeliani, il Ministro del Lavoro, Salute ed Affari Sociali Kvitashvili, l’Ambasciatore d’Italia Sandalli e il Rappresentante dell’Alto Commissariato per i Rifugiati delle Nazioni Unite Nicolaus.

Nell’ambito del progetto “Water and Habitat” è stato firmato il 10 giugno un Documento di collaborazione tra l’Ambasciata d’Italia e il Comitato Internazionale della Croce Rossa relativamente alla costruzione dei servizi igienici nell’insediamento per sfollati di Metekhi e la costruzione dell’acquedotto nei villaggi di Shindis e Pkhenisi (regione di Shida Kartli).

accordi3
Da sinistra: il Vice Capo Delegazione Bonzon e il Capo Delegazione Liengme del Comitato Internazionale della Croce Rossa, l’Ambasciatore d’Italia Sandalli, il Capo Programma della Cooperazione Barberini e il Coordinatore Regionale per l’Acqua e le Abitazioni del Comitato Internazionale della Croce Rossa Diomande.

In relazione all’esecuzione del progetto “Unità Mobile educativa per bambini sfollati” il 20 luglio è stato firmato un Memorandum of Understanding tra l’Ambasciata d’Italia, il Ministero dell’Educazione e della Cultura del Governo dell’Abkhazia in esilio e l’organizzazione non governativa Charity Humanitarian Centre Abkhazeti.

Per un quadro generale
delle attività di cooperazione allo sviluppo, clicca qui.


320