Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

"PATTO PER L'EXPORT" E INIZIATIVE DI SOSTEGNO AL SISTEMA FIERISTICO

Data:

09/10/2020


Nell’ambito delle iniziative di sostegno al Made in Italy previste dal‘"patto per l’export’’ è previsto uno specifico impegno per il rilancio del sistema fieristico e le manifestazioni di rilievo internazionale ospitate dall’Italia, che in questi giorni vivono una stagione di graduale riapertura.

In particolare, sono previste azioni di potenziamento delle attività di incoming degli operatori esteri (espositori, acquirenti, ecc.) alle fiere e manifestazioni internazionali. Al riguardo, si informa che il DPCM del 7 settembre ha introdotto una specifica disposizione che prevede una espressa deroga per l'ingresso in Italia, giustificato da ragioni non differibili, inclusa la partecipazione a manifestazioni fieristiche di livello internazionale. Tale deroga consente il libero ingresso in Italia di buyer ed espositori esteri dietro presentazione, al vettore all'atto dell'imbarco e a chiunque sia deputato ad effettuare i relativi controlli, di un'attestazione da cui risulti che la persona, nelle 72 ore antecedenti all'ingresso nel territorio nazionale, si è sottoposta ad un test PCR il cui risultato sia stato negativo.

La norma suddetta prevede un’autorizzazione del Ministero della Salute (è possibile contattare la Direzione Generale della Prevenzione Sanitaria alla seguente e-mail: coordinamento.usmafsasn@sanita.it) a cui occorre rivolgersi richiedendo l'autorizzazione a consentire l'ingresso nel territorio nazionale in relazione ad uno specifico evento espositivo, avendo cura di allegare l'elenco completo delle persone interessate all’ingresso in Italia. Non possono in nessun caso avvalersi di tale procedura i cittadini provenienti dai paesi di cui all'elenco F dell'Allegato 20 del DPCM 07.8.2020 (e nemmeno quanti transitino in uno dei Paesi stessi).

Si sottolinea che gli operatori in arrivo dall'estero dovranno portare con se' al momento dell'ingresso nel territorio nazionale l’autorizzazione, il protocollo ed il modulo (il cui rilascio avviene ad opera del Ministero della Salute), unitamente all'attestazione dell'esito negativo del test PCR negativo effettuato nelle precedenti 72 ore.


Luogo:

Tbilisi

1275